1000 battute 1000 – il buio c’è solo di notte

Stava lì, seduta a gambe incrociate sul divano con lo sguardo fisso vero la tv spenta. Un’altra notte senza sonno per un altro giorno senza colore.

Nessuno avrebbe potuto immaginarsi che avrebbe andata così. Bugia. Tutti

A sinistra la montagna di panni, a destra lo stendino vuoto; nell’altra stanza una lavatrice finita che già puzzava di umido e un cesto che straripava di bavaglini, body, e magliette rigurgitate. Lui che dormiva sbuffando divincolandosi dal lenzuolo.

Il vecchio lavoro era sempre stato un discreto compagno di vita, presente mai soffocante. Varcata la porta di casa si ritirava docilmente fino al giorno successivo.

Il suo nuovo boss era poco più di 50 cm circa con polmoni d’acciaio e un fuso orario evidentemente diverso dal suo che proprio in quel momento aveva rotto il silenzio, riscaldando la voce.

Dopo aver preso in braccio, si trascinò alla finestra e aprì gli oscuranti.

Il sole entrò nella stanza ed entrambi sorrisero rapiti uno dall’altra.

Per fortuna il buio c’è solo di notte.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...